LoretoToday

Doveva essere un centro termale, ora è abbandonato: un bando per farlo rinascere

Rabaiotti: “Vogliamo sottrarlo al degrado e restituirlo all’utilizzo pieno da parte degli abitanti”

Il centro

Aperto il bando di assegnazione per l’immobile di via Civitavecchia 110, da recuperare e restituire al vivere cittadino. Verrà assegnato in concessione d’uso per 30 anni ad enti del Terzo settore per destinarlo ad attività sociali, culturali, educative o formative, con l’onere per l’assegnatario di portare a termine gli interventi edilizi e impiantistici necessari per il primo ingresso, e tutti quelli a seguire di manutenzione e mantenimento.

Le informazioni complete: il bando

“Una struttura di notevoli dimensioni che vogliamo sottrarre al degrado – dice Gabriele Rabaiotti, assessore alla Casa e ai Lavori pubblici –. L’ottica in cui ci muoviamo è quella della valorizzazione e del riuso del patrimonio immobiliare pubblico, perché riesca a rispondere ai bisogni dei residenti. Il nostro obiettivo è riempire gradualmente i vuoti cittadini, sostituendoli con dei pieni. È proprio caricando gli spazi di nuove attività e di nuovi servizi che costruiamo luoghi non solo più utili, ma anche ricchi di senso per chi vi abita intorno”.

Al limite nord del Parco Lambro, l’immobile oggi inutilizzato era stato concepito come servizio di utilità per il quartiere: con una superficie di 1.038 metri quadrati avrebbe dovuto ospitare un centro benessere, la cosiddetta Casa dell’acqua, e alcune attività di terziario. In realtà non è mai stato completato, e al momento si presenta a rustico: mancano infatti tutte le finiture interne, gli impianti, i serramenti e alcune delle divisioni, mentre sono predisposte le parti murarie di alcune delle vasche termali, come da progetto iniziale.

Nell’ambito del fabbricato, su una superficie massima di 180 metri quadrati, potranno essere aperte anche attività di vendita o di somministrazione al pubblico, comunque finalizzate a contribuire alla sola sostenibilità economico-finanziaria del progetto proposto. Potranno partecipare alla selezione soggetti senza scopo di lucro quali associazioni, onlus, cooperative sociali, fondazioni con finalità sociali, comprese le forme associate previste dalla legge, costituite alla data di presentazione della domanda. È consentita la presentazione di proposte da parte dei soggetti di cui sopra anche in forma di Associazione Temporanea di Scopo (ATS). L’immobile si trova in un lotto compreso tra via Civitavecchia, il limite Nord del parco Lambro, la sede della RCS e un insediamento di case minime, di proprietà comunale, con accesso da via Canneto. Oltre via Civitavecchia è situato un parcheggio di interscambio al servizio della fermata della metropolitana di Crescenzago, in corrispondenza della quale esiste un sottopassaggio pedonale. La vicinanza alla fermata della metropolitana e la prossimità all'Ospedale San Raffaele rappresentano riferimenti utili per immaginare nuovi servizi, anche di scala metropolitana. Il bando rimarrà aperto fino alle ore 12 del 18 gennaio 2019.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Pronto a fare la jihad e a reclutare altri miliziani: arrestato terrorista dell'Isis

  • Attualità

    Una donna mezza nuda per 'vendere' l'olio per auto: il comune rimuove la pubblicità 'sessista'

  • Parabiago

    Ragazzino di 15 anni morto sotto un treno per "gioco": aperto fascicolo per omicidio colposo

  • Vigentino

    Il comune vince al Tar: ok alla demolizione degli "abusi" nel palazzo di via Isimbardi

I più letti della settimana

  • Ecco l'inverno: con il grande freddo arriva la neve in Lombardia, fiocchi anche a Milano

  • Ragazzini rubano droga ai pusher: sequestrati nel box e costretti a giocare alla roulette russa

  • Milano, apre il nuovo Starbucks in centro: locale già pieno, c'è anche il Frappuccino

  • Metro rossa bloccata tra Qt8 e San Leonardo: brusca frenata, 14 feriti, coinvolti 2 bambini

  • Milano, violenza sessuale sul bus: ragazzina aggredita e molestata a bordo in pieno giorno

  • Sciopero dei mezzi, in arrivo un altro "venerdì nero": si fermano i treni Trenitalia e Trenord

Torna su
MilanoToday è in caricamento