LoretoToday

Picchia la compagna davanti al figlio: arrestato ospite del centro Sprar Sammartini

Secondo la donna, era diventato violento da novembre. L'episodio venerdì sera

Repertorio

Ha picchiato la compagna davanti al loro bambino, e non era la prima volta. E' accaduto nella serata di venerdì 5 gennaio presso il centro Sprar ("Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati") di via Sammartini 75 gestito da Farsi Prossimo.

Protagonista un ghanese di 26 anni, che - avendo fatto richiesta di protezione internazionale - vive nel centro insieme alla compagna (una nigeriana di 24 anni) e al loro figlio. Venerdì sera l'uomo, parrebbe sotto l'effetto dell'alcol, ha iniziato a picchiare la 24enne con calci e schiaffi. Alla scena ha assistito anche il piccolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I responsabili del centro hanno avvertito immediatamente il 112 chiedendo aiuto. Sul posto i carabinieri della stazione Greco, che hanno arrestato il 26enne e l'ha portato a San Vittore. La donna non era ferita e non ha fatto ricorso alle cure mediche, ma poi ha riferito ai militari che, dal mese di novembre, il suo compagno era diventato violento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino contagi 30 maggio 2020: morti senza fine, ancora 67 persone. Contagi stabili

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: continuano a salire i contagi +382

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia: 38 morti e +354 positivi, il 70% dei nuovi casi in Italia

  • Coronavirus, "in Lombardia magheggi sui numeri per riaprire". Il Pirellone: "Non è vero". E querela

  • Bonus bici valido a Milano, l'elenco dei Comuni: ecco come richiederlo

  • Francesco, 18 anni e i polmoni "bruciati" dal Coronavirus: salvato col trapianto da record

Torna su
MilanoToday è in caricamento