LoretoToday

Follia al chiosco fuori dalla Centrale: barista preso a bottigliate in testa senza motivo

L'aggressione lunedì in piazza 4 novembre fuori dal chiosco accanto alla Centrale. I fatti

Foto repertorio

Senza nessun motivo ha iniziato a insultarlo e offenderlo. Poi, quando lui è uscito semplicemente per chiedergli di smetterla, è passato alla violenza. Follia lunedì sera fuori dalla stazione Centrale di Milano, dove un uomo di trentadue anni - cittadino del Bangladesh - è stato aggredito da un iracheno di trentotto anni. 

Tutto è successo verso le 20.30, quando il 38enne - visibilmente ubriaco - si è avvicinato al chiosco bar che si trova in piazza Quattro novembre per farsi dare una birra. Improvvisamente, e apparentemente senza nessuna ragione, l'uomo ha iniziato a offendere il bengalese, che lavora lì come barista, e a picchiare con violenza le mani contro il vetro e la saracinesca. 

Quando il 32enne gli ha chiesto di allontanarsi, l'aggressore per tutta risposta gli ha spaccato in testa una bottiglia di vetro vuota, ferendolo. La vittima è stata soccorsa da un'ambulanza del 118 ed accompagnata alla clinica Città Studi per essere medicata. Il 38enne è stato invece identificato dagli agenti delle Volanti e poi denunciato per lesioni aggravate e multato per ubriachezza molesta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento