LoretoToday

Parcheggiatori abusivi in Centrale, tre daspo urbani di 6 mesi ciascuno

Il provvedimento del questore: i tre erano stati già allontanati dalla polizia locale

Repertorio

Linea dura contro i parcheggiatori abusivi che gravitano intorno alla Stazione Centrale: il questore di Milano, Marcello Cardona, ha emesso tre daspo urbani, in applicazione della legge nazionale sulla sicurezza del 2017, contro altrettanti parcheggiatori "storici", più volte sorpresi e multati dalla polizia locale.

Ora i tre non potranno più avvicinarsi per sei mesi alla zona della Stazione, comprese le vie d'accesso tra cui via Vitruvio, via Fabio Filzi e così via. Il daspo urbano è un provvedimento del questore, contrariamente all'allontanamento che può essere disposto anche dal sindaco, e scatta non solo se c'è violazione di qualche legge o, come in questo caso, del codice della strada, ma anche se i soggetti sono pericolosi (ad esempio sono molesti o intimoriscono i passanti).

Insomma, il daspo arriva dopo una valutazione globale che tiene conto sia dei fatti (che devono comunque essere ripetuti, non basta essere "pizzicati" una volta) sia della pericolosità sociale. E questa volta la questura ha ravvisato che la pericolosità ci fosse.

I protagonisti sono un 73enne, un 62enne ed un 49enne. Tre generazioni di parcheggiatori, tutti con precedenti e tutti già sanzionati. I tre gravitavano su piazza Luigi di Savoia ma estendevano il loro "controllo" alle vie adiacenti, fino a via Settembrini e piazza Caiazzo. Da giugno, uno di loro è stato sanzionato 4 volte, gli altri 6 volte. Segno che sono ben conosciuti e soprattutto "habitué".

Cinque daspo ai parcheggiatori abusivi

Ma la questura di Milano aveva già comminato altri due daspo urbani, di recente, ad altrettanti parcheggiatori abusivi: due italiani di 69 e 54 anni, pizzicati rispettivamente in piazzale Freud (Stazione Garibaldi), a maggio, e a Lampugnano, a giugno. Quello che "operava" a Garibaldi è stato anche indagato per estorsione.

E da quando esiste il provvedimento, la questura di Milano ha emesso in totale 10 daspo urbani: il primo a Legnano, poi due a Sesto San Giovanni, i cinque ad altrettanti parcheggiatori abusivi di cui si è detto e infine anche altri due, a settembre 2018, in piazzale Cadorna. Questa volta a carico di un italiano e un gambiano (regolare in Italia), per ubriachezza molesta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sopralluoghi in Stazione Centrale

Le sanzioni a carico dei tre parcheggiatori abusivi di piazza Luigi di Savoia, come si diceva, sono state comminate dalla polizia locale, che negli ultimi mesi ha intensificato i controlli in tal senso in quella zona con il Nucleo tutela del trasporto pubblico. Dal 1 giugno a metà settembre 2018 i vigili hanno effettuato 154 sopralluoghi, allontanando 64 persone e contestando 48 sanzioni ai parcheggiatori abusivi, 29 dei quali (tra cui i tre ora soggetti al daspo) colpiti dal provvedimento di allontanamento per 48 ore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'odissea sul Ryanair: imbarco negato con il biglietto e ragazzo 'abbandonato' in aeroporto

  • Consultori di Milano: indirizzi, orari e numeri utili

  • Milano, 15 volanti danno la caccia a un uomo: il folle inseguimento finisce in Buenos Aires

  • Omicidio in via Trilussa a Milano, sale dal vicino nel cuore della notte e lo uccide

  • Elena e Diego, i gemellini milanesi uccisi dal loro papà: ecco le prime verità dell'autopsia

  • Tragedia a Pero, bambino di 5 anni muore soffocato mentre mangia una brioche in casa

Torna su
MilanoToday è in caricamento