LoretoToday

Il "benvenuto" alle turiste in Centrale: donne aggredite e rapinate, presa una ladra incinta

La ladra, una bosniaca di ventitré anni, è stata denunciata. Spariti i documenti e i soldi

Foto repertorio

Circondate, aggredite e derubate. Viaggio milanese decisamente da dimenticare per due turiste cinesi di diciannove e trenta anni, che domenica pomeriggio sono finite nel mirino di una banda di ladre. 

I guai per le due donne sono cominciati alle 18 nel mezzanino di Centrale sulla metro verde. Lì, stando a quanto loro stesse hanno denunciato, sono state accerchiate da altre tre donne che le hanno aggredite e rapinate di tutto: borse, portafogli e documenti. 

I primi ad arrivare sul posto sono stati i carabinieri del Radiomobile, che sono riusciti a bloccare una delle scippatrici: una ragazza bosniaca di ventidue anni che è stata identificata e poi denunciata a piede libero per rapina anche perché incinta e quindi in uno stato di salute non "compatibile" col carcere. 

Le due complici, e il bottino, sono invece spariti nel nulla. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente fra tre camion sull'A4, autostrada chiusa e traffico in tilt: i percorsi alternativi

  • Assalto al portavalori in autostrada A1: inferno di fuoco a San Zenone

  • Smog, livelli di pm10 ancora alti: blocco totale delle auto a Milano domenica 2 febbraio

  • Milano, incubo per una 12enne sull'autobus: uomo la palpeggia a lungo sulla 91, arrestato

  • Coronavirus, tre donne cinesi con la febbre visitate al Sacco. Salta il Capodanno cinese

  • Margherita, Capricciosa e droga: arrestato titolare di una pizzeria, spacciava nel locale

Torna su
MilanoToday è in caricamento