LoretoToday

Stazione centrale, riapre il rifugio di fratel Ettore

56 posti per i senzatetto, con servizi, lavanderia, mensa e operatori Caritas. L'inaugurazione degli spazi ristrutturati avverrà a metà dicembre col cardinal Scola

Una volta c'era fratel Ettore, il padre camilliano scomparso nel 2004 che aveva dedicato la sua esistenza di religioso all'assistenza di malati e senzatetto. E che aveva fondato il suo primo "rifugio" a Milano, sotto la stazione Centrale, in via Sammartini 114, nel 1979.

Gli spazi sono stati oggetto di recente ristrutturazione e verranno inaugurati a metà dicembre, alla presenza del cardinal Angelo Scola. La ristrutturazione è stata possibile grazie a Ferrovie dello Stato, Enel Cuore, Fondazione Cariplo e Fondazione Milan.

Saranno 56 i posti letto, con servizi, lavanderia, sal amensa, ambulatorio e operatori socio-assistenziali, sotto la supervisione generale di Caritas ambrosiana.

Sarà organizzata anche una raccolta fondi che prevede, tra l'altro, la vendita di circa 50mila panettoni di ridotte dimensioni sui treni.

Il rifugio di fratel Ettore fu fondato nel 1979 con 30 vecchi divani. Nel 2009 gravi problemi strutturali ne imposero la chiusura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente fra tre camion sull'A4, autostrada chiusa e traffico in tilt: i percorsi alternativi

  • Assalto al portavalori in autostrada A1: inferno di fuoco a San Zenone

  • Smog, livelli di pm10 ancora alti: blocco totale delle auto a Milano domenica 2 febbraio

  • Milano, incubo per una 12enne sull'autobus: uomo la palpeggia a lungo sulla 91, arrestato

  • Coronavirus, tre donne cinesi con la febbre visitate al Sacco. Salta il Capodanno cinese

  • Margherita, Capricciosa e droga: arrestato titolare di una pizzeria, spacciava nel locale

Torna su
MilanoToday è in caricamento