LoretoToday

"Skimmer" e microcamere alle macchinette in Centrale: così i ladri clonano le carte di credito

Fermati due uomini, romeni. Con sé avevano la ricevuta di un prelievo da 6mila euro

Uno strumento per "immagazzinare" i dati necessari. E una microcamera per osservare le dita delle vittime. Eccola l'ultima frontiera della truffa in stazione Centrale a Milano, dove la polizia ha arrestato due uomini - entrambi cittadini romeni - che stavano cercando di clonare le carte di credito di ignari passeggeri. 

I due, stando a quanto riferito dalla Polfer, avevano montato su una delle macchinette automatiche per i biglietti una microcamera per "salvare" i codici pin delle carte e uno skimmer, un congegno elettrico in grado di memorizzare tutti i dettagli dei bancomat e per questo molto spesso usato dai malviventi sugli Atm delle filiali bancarie.

La coppia è stata fermata quando, convinta di farla franca, si è avvicinata all'emettitrice automatica per recuperare gli attrezzi del mestiere. I due sono anche stati trovati in possesso di due schede "vergini" - sulle quali con ogni probabilità avrebbero scaricato i dati delle carte clonate - e di una transazione bancomat di 6mila sterline, segno che qualcuno era già caduto nella loro rete. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento