LoretoToday

Spaccio in Centrale, tre arresti durante i controlli straordinari

L'operazione della polizia ferroviaria

Repertorio

Maxi controlli in Stazione Centrale nella giornata di martedì 28 maggio con l'operazione "Alto Impatto". Ben 250 persone sono state identificate dalla polizia ferroviaria, all'opera con 31 agenti e il supporto di un'unità cinofila. Tre persone sono state arrestate (tutte per spaccio di droga) e due indagate.

I primi due arresti somno avvenuti a danno di due gambiani di 18 e 25 anni. Gli agenti hanno notato uno passante avvicinarsi a uno dei due che, dopo un breve confabulare, s'è allontanato per tornare poco dopo con un complice e consegnare al passante un involucro in cambio di una banconota da 20 euro. 

Gli agenti sono intervenuti sequestrando l'involucro (con 3 grammi di hashish) e hanno arrestato i due spacciatori, uno dei quali aveva altri sette pezzi della stessa sostanza per un peso di 7,5 grammi mentre l'altro aveva con sé 35 euro. 

5 mila euro nel marsupio

Il terzo arrestato è un senegalese di 29 anni portato nell'ufficio della polfer perché, durante il controllo, aveva mostrato segni di nervosismo. Nel marsupio aveva 5 mila euro in banconote di vario taglio e 36,5 grammi di hashish. I controlli sono stati eseguiti anche utilizzando smartphone per il controllo dei documenti in tempo reale e metal detector per ispezionare bagagli sospetti, anche all'interno del deposito.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, guardia giurata travolge motociclista, vede che è morto e si spara in testa: il dramma

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • Milano, guardia giurata di 26 anni si spara in testa dopo un incidente mortale: chi era Flavio

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

  • Sciopero dei mezzi il 28, sciopero generale il 29: treni, metro e bus a rischio per due giorni

Torna su
MilanoToday è in caricamento